Descrizione Ambiente

Il Bosco di Tecchie è un ambiente unico, prezioso, in quanto raro esempio di area boschiva perfettamente intatta, non influenzata dall’intervento dell’uomo; in questo luogo le piante, in prevalenza secolari faggi nel versante nord-est e maestosi cerri nel versante sud-ovest, possono compiere liberamente l’intero ciclo vitale, rivestendo un ruolo importante anche una volta caduti al suolo, in quanto divengono habitat per la fauna e luoghi in cui si insediano alcune specie di insetti e funghi, favoriti anche dall’ambiente umido particolarmente adatto alla crescita di numerose specie.

Utilizzando le aree di sosta messe a disposizione in diversi punti del parco si nota come in questo luogo tutto è dominato dalla natura, i suoni provengono esclusivamente dalla fauna che popola il bosco o dal vento che scuote le chiome degli alberi, l’unica costruzione presente è il Rifugio di Ca’ Tecchie, un antico casolare ristrutturato mantenendone il fascino originario, divenuto punto di appoggio a disposizione dei visitatori.

La Flora

La flora del Bosco di Tecchie è composta principalmente di alberi ad alto fusto, faggi e cerri, ma non mancano radure che testimoniano un antico utilizzo  agricolo della zona, che stanno lentamente tornando a bosco, sono presenti molte specie floreali, tra cui diversi tipi di orchidea.

La Fauna

Anche la fauna è molto ricca, (volpi, faine, donnole, lupi), diverse specie di ungulati (cinghiali, caprioli, daini), e una grande varietà di volatili (poiane, sparvieri, falchi e soprattutto picchi, tra cui si segnalano il picchio verde, il picchio rosso minore ed il picchio rosso maggiore), nonché la presenza di rare specie di anfibi, la salamandra pezzata e le rane rosse.

©Temperino Web Agency. Tutti i diritti riservati